Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente ed il sito. Chiudendo questo messaggio accetti il loro uso. Per saperne di più leggi la nostra Privacy policy

 

Come funziona

Dettagli tecnici

Duplo funziona monitorando costantemente i sistemi configurati e l’interscambio di informazioni con gli altri sistemi Duplo mappati nella rete mantendo sempre sincronizzati i dati. Il modulo che gestisce questi flussi è il Duplo Service Manager, il quale non è altro che un Application Server in esecuzione sulla macchina Duplo.

Il principio di funzionamento di Duplo è semplice: catturare la modifica che viene fatta dagli applicativi ai dati presenti nel database e replicarla nei database di destinazione. In questo modo i dati vengono tenuti aggiornati in tempo reale in tutti i database controllati dal prodotto.
Vediamo in dettaglio come avviene tale processo. Le modalità operative si articolano in cinque fasi:

Registrazione dei cambiamenti

L’inventario delle modifiche apportate in un database viene fornito dal journal, file in cui vengono registrate le attività svolte. Duplo dispone di un proprio journal che intercetta tutte le variazioni avvenute a livello di record, vale a dire inserimenti, modifiche e cancellazioni. Il reperimento di queste informazioni può avvenire in due modalità distinte, in funzione anche del database utilizzato: dal journal del database oppure attraverso il Trigger, programma lanciato dal database che comunica le variazioni avvenute. Entrambe le modalità funzionano anche quando Duplo, per qualsiasi motivo, dovesse risultare temporaneamente inattivo (ad es. per un’interruzione nella connettività o per attività di manutenzione del sistema). Grazie a quest’ultima caratteristica, tutte le modifiche al database sorgente saranno sempre registrate.

Spedizione ai database di destinazione

La variazione registrata dal journal di Duplo viene spedita a tutti i sistemi di destinazione configurati. Ogni database, grazie all’allineamento bidirezionale, può alternativamente ricevere o inviare informazioni. Salvo i casi in cui si decida di parzializzare i record da aggiornare, tutti i database saranno quindi sempre aggiornati. In questa fase è possibile inserire della logica per decidere se inviare o meno una variazione ad un certo sistema, o trasformare i contenuti di un campo attraverso funzioni definite nell’ambiente interno di scripting.

Ricezione ed ottimizzazione

Prima di essere inserite, le modifiche da apportare vengono ottimizzate tenendo conto delle modalità operative dei database di destinazione. L’ottimizzazione, che permette di aumentare efficienza e velocità, garantisce una comunicazione perfetta anche tra sistemi basati su programmi e linguaggi differenti.

Aggiornamento del dato

Le modifiche vengono inserite nei database di destinazione. Le possibilità di scripting fornite da Duplo garantiscono, in questa come nelle altre fasi, un elevato grado di personalizzazione delle operazioni da svolgere. Si possono così inserire considerazioni logiche semplici, senza bisogno di scrivere dei codici, usando solo il mouse. Ma si possono anche inserire delle logiche all’occorrenza molto complesse, ricorrendo alla scrittura di logica via script.

Comunicazione di avvenuto aggiornamento

Duplo conclude la sua azione con la fase di controllo, registrando l’esito dell’aggiornamento. Per tutte le risposte positive, relative ad aggiornamenti conclusi correttamente, Duplo comunicherà al database sorgente di eliminare dal journal le voci già inserite; per le risposte negative Duplo genererà invece uno o più messaggi di notifica.